Clos des Papes nominato migliore al mondo

Altro che Petrus o Montrachet: in un’assaggio al buio di 15.000 vini di tutto il mondo, a essere incoronato il migliore in assoluto è stato un vino proveniente dal semisconosciuto vigneto Clos des Papes, vicino ad Avignone. Un vino prodotto da una piccola azienda senza l’ausilio dei grandi consulenti che oggi giorno «firmano» molte etichette predilette da guide e pubblicazioni specializzate. Il «blind tasting» è stato organizzato dalla celebre rivista americana Wine Spectator e a far vincere il Clos des Papes è stato non soltanto l’altissimo punteggio ottenuto all’assaggio (98 su 100), ma anche il rapporto qualità-prezzo: il vino, di cui una bottiglia su sette viene venduta in Gran Bretagna, costa soltanto 30 sterline a bottiglia (circa 42 euro), un’inezia in confronto ai prezzi esorbitanti che appassionati sono pronti a sborsare per le grandi «stelle» della Borgogna e di Bordeaux o per etichette «cult» come Screaming Eagle di Napa Valley, in California.