Per il «Club Fiat 500 Italia» oggi gran finale della festa

Per partecipare alla presentazione della nuova Fiat 500 sono arrivati a Torino in 550, ma avrebbero voluto essere molti di più i soci del Fiat 500 Club Italia, che dal 1984 custodisce il mito della 500 che ha appena compiuto 50 anni. «I soci sono oggi 20mila - dice Domenico Romano, fondatore e presidente onorario, dopo aver lasciato la presidenza effettiva a Silvia Depaoli -; siamo presenti in ogni regione e abbiamo 120 fiduciari che operano all’estero. Sono circa 400mila le Fiat 500 che circolano nel mondo». È la nuova Fiat di Montezemolo, Marchionne e De Meo che ha chiesto al Club di partecipare all’evento torinese, «un riconoscimento per noi importantissimo - continua Romano - e la conferma che la prima 500 è un patrimonio della casa e non soltanto una vettura da guardare con nostalgia». Per i cinquecentisti la settimana si conclude oggi con il raduno di Garlenda (Savona): 1.200 equipaggi presenti (300 quelli dall’estero), presentazione del volume «Fiat 500: storia di una passione», scritto da Domenico Romano e Stefania Ponzone, e inaugurazione del Museo multimediale dedicato a Dante Giacosa.