Il Cnr gela Pecoraro: ha sbagliato clima

Secondo il ministro dell’Ambiente Pecoraro Scanio la temperatura in Italia «è aumentata quattro volte più che nel resto del mondo». Peccato però che il Cnr ieri abbia smentito l’allarme dicendo che, in base ai dati in possesso del Centro, negli ultimi 150 anni la temperatura da noi è salita di un grado, mentre dalle altre parti di 0,74 gradi di media nell’ultimo secolo. In pratica: la differenza è dunque di 0,26 gradi, che vuol dire che l’Italia si è «scaldata» di un quarto in più rispetto alla media del pianeta. E non di 4 volte.