Cobolli: «Ho fatto il tifo per la Roma»

«Quest’anno, per la prima volta in vita mia, ho fatto il tifo per la Roma. Non solo in Champions». La confessione è del presidente della Juventus, Giovanni Cobolli Gigli, ieri pomeriggio ospite della trasmissione La Grande Giostra del Gol in onda su Rai International. Il presidente della Juventus ha parlato anche degli imminenti quarti di Champions: «Il compito del Milan sembra più facile di quello della Roma - ha aggiunto - che però mi sembra più attrezzata per arrivare fino in fondo».
Poi una anticipazione: «Deschamps sarà il nostro allenatore anche l’anno prossimo», talmente certo il numero uno bianconero che non si è scomposto nemmeno quando, per il più classico pesce d’aprile, è stato letto in studio un flash di agenzia in cui si parlava di un accordo tra Deschamps e i Los Angeles Galaxy: «Viste le cifre che girano, andrò a fare il presidente dei Los Angeles», è stata la pronta risposta del presidente bianconero.
Qualche ombra si addensa invece sul futuro di Buffon: «Giocatori come lui - ha spiegato Cobolli Gigli -, hanno bisogno di stimoli: starà a noi darglieli di nuovi per la prossima stagione». Per convincerlo a rimanere servirà una campagna acquisti importante e Cobolli Gigli non ha nascosto l’interesse per Toni. «Fa parte di quei giocatori che seguiamo sempre, ma non c’è solo lui. Pazzini? Forse per l'età che ha, andrebbe ancora meglio per il nostro progetto». Tra le tante cessioni dello scorso anno, una ha fatto più male delle altre: «Ibrahimovic lo riprenderei subito».