Cobra, debutto boom

Nella giornata di ieri Piazza Affari è risultata in linea con l’andamento delle Borse europee, con limature di pochi centesimi per gli indici principali, mentre l’indice AllStars ha segnato un progresso dello 0,08%. Attività contenuta, con scambi indicati in 4,2 miliardi di euro. Mentre per i titoli quotati si presume di tenere stabilizzati gli attuali livelli da qui a fine anno, brillante è l’esordio delle nuove reclute: due quelle entrate ieri nei listini, con Cobra che ha esordito in rialzo del 13% sul prezzo di collocamento e Ascopiave, in crescita del 5,5%. Per venerdì è previsto l’ingresso al mercato Expandi della matricola Cogeme, la cui richiesta da parte degli investitori è stata di 3,5 volte il quantitativo offerto. Poche le note positive sul mercato, con Tiscali di nuovo in tensione (più 3,5%), per un presunto interesse del finanziere egiziano Sawiris; stanno ritornando all’attenzione del mercato i titoli telefonici, con Telecom che guadagna un altro 1,3%, mentre si mantiene irregolare il comparto energetico: flessione per Aem (meno 1%), migliora la utility bresciana dell’1,3%. Bene Terna, in crescita dell’1,4%. Nelle blue chip, stabile Fiat, ma realizzata Generali, che perde l’1,7 per cento.