Cobra punta a crescere in Europa e Asia

«Con i proventi della quotazione in Borsa stimati intorno ai 40 milioni si faranno soprattutto delle acquisizioni per circa i due terzi o i tre quarti del totale» ha detto l’ad di Cobra, società leader in sistemi elettronici di sicurezza per autovetture e di sistemi per la localizzazione dei veicoli, Carmine Carella, nel road show per la quotazione della società. L’obiettivo è quello di «crescere soprattutto in Europa nei Paesi dove ci sono il maggior numero di immatricolazioni con il progetto di arrivare a coprire un mercato di circa 8-9 milioni di automobili». Il settore in cui Cobra vuole crescere di più è quello «dei servizi per la localizzazione dei veicoli, il restante sarà utilizzato per lo sviluppo in Asia e nelle nuove tecnologie».