Coca Cola spende 2,4 miliardi di dollari per i succhi cinesi

Coca Cola ha offerto 2,4 miliardi di dollari circa per acquistare il produttore cinese di succhi di frutta China Huiyuan Juice Group. Se andrà in porto, l’acquisizione sarà la seconda più grande della storia del colosso americano. Secondo quanto riporta il «Wall Street Journal», si tratterà anche dell’acquisizione più rilevante di una società cinese mai effettuata in precedenza da un gruppo straniero. La decisione di acquistare ora la società non è inoltre casuale: per il gigante Usa delle bevande analcoliche questo è infatti il momento più propizio, se si considera il balzo di visibilità che ha guadagnato con le Olimpiadi di Pechino, di cui è stato sponsor. «La combinazione tra Coca Cola e Huiyuan creerà un’alleanza vincente che unirà l’esperienza di Coca Cola nelle vesti di società di bevande analcoliche a livello globale con la conoscenza e la comprensione di Huyian relative al mercato cinese», ha detto Zhu Xinli, presidente della stessa Huiyuan, favorevole dunque all’accordo. L’ultima parola toccherà a questo punto alle autorità di regolamentazione cinesi, che hanno però bloccato alcune acquisizioni recenti, costringendo per esempio il colosso del private equity Carlyle a ritirare a luglio l’offerta per l’acquisizione di Xugong Group, tra i principali produttori cinesi di macchinari per costruzioni.