Coca nelle mutande, in manette due sudamericani

Ci sono anche due milanesi gestori di bar, tra le sei persone arrestate dalla guardia di finanza di Novara per spaccio di droga. Le Fiamme Gialle, nell’occasione, hanno sequestrato anche 8 chili di stupefacenti tra cocaina ed eroina. Dopo un anno e mezzo d’indagini, infatti, in manette sono finiti, oltre al capo della banda - un albanese disoccupato residente a Galliate e il suo braccio destro, un disoccupato novarese - anche i quattro corrieri della droga, tutti italiani, tra cui appunto i due milanesi, un operaio e un camionista novaresi: a loro era affidato il compito di trasportare in Piemonte la cocaina e l’eroina acquistata nel nord Europa. I carabinieri della compagnia milanese «Porta Magenta», invece, hanno messo le manette un peruviano e un ecuadoregno, rispettivamente di 34 e 28 anni, anche loro accusati entrambi di spaccio. La curiosità? I due sudamericani nascondevano la droga (250 grammi di cocaina) all’interno di contenitori, ma... dentro le loro mutande. Erano le 3 di notte quando i due malviventi, in via De Sanctis (al Gratosoglio) sono stati bloccati a bordo della loro auto, perquisiti a fondo e, quindi, arrestati.