Cocaina, un farmaco per combattere la dipendenza

La speranza è che basti una pillola. Una casa farmaceutica americana ha scelto di produrre in Italia un farmaco che potrebbe essere funzionale all’inibizione della dipendenza da cocaina. La sperimentazione, che attende soltanto il sì del comitato etico, è la prima in Italia di questo tipo e sarà condotta da una task force di esperti toscani e piemontesi grazie ad un progetto finanziato dalla Regione Toscana e dalla Società della salute di Firenze, oltre che dal Centro italiano di solidarietà di Pistoia. Il professor Nilo Meini di Pisa, che coordina la task force, non ha voluto rendere noto né il nome della molecola né quello del farmaco, confermando però che il medicinale è già in produzione, è disponibile e ampiamente utilizzato anche perché «ben tollerato dai pazienti a causa della totale assenza di effetti indesiderati». «Il principio attivo del farmaco - ha spiegato Meini - agisce su più ricettori». Il problema è sempre lo stesso. Chi fa uso di cocaina spesso non vuole smettere. È una droga che ha un basso livello di emarginazione sociale, costa relativamente poco e, soprattutto, è molto, molto di moda.