Cocaina nei doppifondi: brasiliana in manette

Apparentemente turista in viaggio di piacere in realtà trafficante di droga. La trentacinquenne brasiliana, D.L.S.A., proveniente da San Paolo è stata scoperta con quattro chili di cocaina purissima e arrestata dalla Guardia di Finanza e dal servizio antifrode della dogana dell’aeroporto di Fiumicino e associata al carcere di Civitavecchia. I finanzieri ed i doganieri hanno notato la giovane sudamericana nei pressi del settore arrivi dello scalo romano. Alle prime domande, la donna ha risposto ostentando sicurezza e senza tradire alcuna agitazione ma, a seguito dell’approfondito controllo delle valigie, poco prima ritirate dal nastro di riconsegna, è stata rinvenuta, ingegnosamente occultata in doppifondi, ricavati nelle pareti laterali del bagaglio, la sostanza stupefacente. Secondo i primi accertamenti, dalla droga, risultata eccezionalmente pura, sarebbero stati ricavati oltre 20 chili di cocaina «da strada», per un valore di mercato pari a 3 milioni di euro. L’operazione è il frutto dell’«eccellente collaborazione tra la Dogana e la Guardia di Finanza di Fiumicino - è sottolineato in una nota - che, dall’inizio dell’anno, ha condotto alla denuncia per violazione alla legge sugli stupefacenti di 320 persone, di cui 80 in stato di arresto, ed al sequestro di oltre 500 chili di droga».