«Codici e carte mai insieme»

Diminuiscono i prezzi ma aumenta il rischio delle truffe. La stagione dei saldi è un periodo d’oro per ladri e clonatori di carte di credito. È quanto risulta dalle segnalazioni di Cpp Italia, multinazionale che si occupa della tutela da questo tipo di furti.
Luglio, dopo maggio, è il mese in cui si verificano più problemi con le carte di credito. Le truffe avvengono generalmente nei luoghi pubblici e nei centri commerciali. I consigli per non incappare in questo fastidioso problema sono pochi e semplici. «Non conservare mai i codici personali insieme alle carte - spiega Walter Bruschi, country Manager di Cpp Italia -, verificare l’importo esatto della ricevuta e non buttarla nei cestini di negozi e centri commerciali dove qualcuno potrebbe recuperarla». Se poi, nonostante tutte le precauzioni, la truffa dovesse avvenire lo stesso, è fondamentale bloccare immediatamente la carta di credito.
«È opportuno - continua Bruschi - aver memorizzato i vari numeri di blocco su più supporti, come il cellulare o l’agenda, così da poter interrompere la validità della carta il più rapidamente possibile. Dopo le verifiche del caso, l’emittente procederà al rimborso del denaro ingiustamente addebitato».