Cofferati si ricandida a sindaco e crea la Pravda alla bolognese

Come rivendicato sul Corriere della Sera, quando c’era lui «l’Unità andava bene». Già, quando Walter Veltroni dirigeva il quotidiano comunista l’inchiostro era più rosso, le firme più autorevoli, le vendite più alte. E i treni erano pure in orario, giusto per non farsi mancare nulla. Peccato che non la pensi così Peppino Caldarola, suo successore alla guida della testata fondata da Gramsci: «Ho fatto un anno di cassa integrazione insieme ai dipendenti del giornale che “andava bene” ma era pieno di debiti - puntualizza Caldarola dalle pagine del Riformista -. Dovetti licenziare i collaboratori esterni e chiudere le corrispondenze estere. Walter staccò la spina e se ne andò in vacanza. Al ritorno chiese com’era andata durante quel mese. Era abbronzatissimo». Quindi sarà colpa delle creme solari, se l’età aurea di Veltroni all’Unità ora splende un po’ meno.