Cofide, Caracciolo cede 3%

Carlo Caracciolo, «nell’ottica di un riordino delle proprie partecipazioni finanziarie», ha offerto a Carlo De Benedetti le azioni Cofide da lui detenute da moltissimi anni, uscendo così dal capitale della società. Nel dettaglio - si legge in una nota della holding finanziaria dell’Ingegnere - si tratta di un blocco di 21,8 milioni di azioni, pari al 3,031% del capitale. De Benedetti ha acquistato una parte del capitale (10 milioni azioni, pari all’1,39%) tramite la Carlo De Benedetti & Figli S.a.p.a. Le restanti azioni sono state collocate invece presso investitori finanziari.