Cogeser, tetti fotovoltaici su ogni scuola

Vantaggi tariffari per chi sceglierà innovazione ed ecologia

Un tetto fotovoltaico per ogni scuola dei Comuni serviti, come dimostrazione concreta di buona pratica energetica. Un esempio che Cogeser, multiutility della provincia milanese, conta di estendere progressivamente alle abitazioni private. Spiega Sergio Facchinetti, direttore generale del gruppo a capitale pubblico che vende e distribuisce gas, energia elettrica e acqua a 45mila clienti tra Melzo, Pioltello, Inzago, Bellinzago Lombardo, Vignate, Liscate e Truccazzano: «Tra pochi mesi sarà pronto il tetto fotovoltaico sul primo degli otto edifici scolastici per i quali abbiamo stanziato complessivamente un milione di euro. E stiamo pensando di applicare una formula analoga di incentivo anche alle abitazioni, proponendo una sorta di affitto del tetto». In altre parole, Cogeser Servizi (la società del gruppo attiva nel campo delle fonti rinnovabili) provvede a installare l’impianto, incassa il Conto Energia e applica uno sconto sulla bolletta elettrica.
«Un taglio fino al 50% della spesa annua. Una volta chiuso il bilancio d’esercizio a giugno, valuteremo quale cifra stanziare e se proporre dei finanziamenti». Come il fondo annuo di 200mila euro per la sostituzione di vecchie caldaie domestiche con potenza sino a 35 KW: operativo quest’anno e anche il prossimo, prevede un prestito, da restituire a rate costanti senza interessi, di 700 euro per l’acquisto di caldaie ad alta efficienza e 1.000 per modelli a condensazione. Un modo per risparmiare e migliorare la sicurezza del servizio.
«Abbiamo anche stanziato 250mila euro annui - aggiunge Facchinetti - per la trasformazione a gas delle centrali condominiali a gasolio e olio combustibile e distribuito 15mila kit gratuiti per il risparmio energetico: 3 lampadine a basso consumo e un frangiflusso per il rubinetto». Un’opera di sensibilizzazione accolta con indubbio favore, con l’esplicito messaggio che ciascuno può fare la sua parte evitando sprechi di elettricità e di acqua calda. Altro investimento già deliberato da Cogeser, un nuovo impianto di cogenerazione con teleriscaldamento che sorgerà a Pioltello: «Da un lato potremo ottenere un sostanziale efficientamento energetico e dall’altro proporremo ai condomini che si allacceranno (oltre agli edifici comunali) uno sconto del 10% sulle tariffe del gas». Anche sul fronte delle fonti rinnovabili la multiutility lombarda non intende fermarsi: «Stiamo accarezzando l’idea - conferma il direttore generale - di costruire una biblioteca nel comune di Melzo con tecnologia a emissioni zero. Siamo ai preliminari di un progetto che prevede una pompa geotermica alimentata a pannelli fotovoltaici».