«Coglione...» Arriva la polizia

Uscito dal seggio è tornato a casa senza conseguenze, perché gli agenti hanno valutato che non aveva commesso irregolarità. Ma per qualche minuto un giovane pisano ha turbato il seggio di Riglione Oratoio, nella periferia di Pisa, dove si è presentato con indosso una maglietta con la scritta «coglione». Il presidente di sezione ha chiamato le forze dell’ordine per una questione, ha spiegato poi, principalmente di decoro, causa l'abbigliamento non consono al luogo. Il giovane ha poi potuto votare tranquillamente senza conseguenze.
La fatidica parola detta alcuni giorni fa dal presidente del Consiglio è stata esibita anche alla scuola media Dante Alighieri di via Scrosati a Milano, il seggio dove ha depositato la scheda Silvio Berlusconi. Un minorenne, accompagnando i genitori a votare, ha aperto la giacchetta davanti alle telecamere mostrando una t-shirt con la scritta: «Meglio coglioni che Berlusconi». In questo caso non è stata chiamata la polizia.