Coi funghi diventa d’oro l’autunno in Valbormida

Per Bardineto, l'occasione è sempre d'oro, come il titolo della rassegna che inaugura la stagione dei prodotti autunnali in Val Bormida. La manifestazione nazionale «Il Fungo d'Oro», che termina domani, giunta alla sua ventiquattresima edizione, è diventata il momento culminante degli incontri gastronomico-mondani della Val Bormida, intenzionata a diffondere i prodotti alimentari locali attraverso la vendita e la degustazione, ma anche a valorizzare quelli boschivi. Il calendario prevede, infatti, una mostra-mercato sulla commercializzazione e la meccanizzazione forestale, un'esposizione di strumenti ad uso forestale e un convegno sui metodi di sviluppo del bosco. Spazio anche a una mostra filatelica e di oggettistica, con tanto di annullo filatelico delle Poste Italiane e dell'Ufficio Postale di Monaco, e a una personale di Attilio Giovannini. Nell'ultima giornata il fungo ritorna protagonista con una mostra micologica organizzata dall'associazione genovese «Il cerchio delle streghe» e un'esposizione dei più noti esemplari di funghi di Bardineto. Segue la tradizionale incoronazione del «re» e della «regina» del fungo. Da non perdere la prova di abilità con motoseghe Jonsered, curata dai campioni in carica del Campionato nazionale taglialegna, Michele e Giorgio Samburago. Gli appuntamenti musicali più importanti sono con gli Asilo Republic sabato sera e con l'orchestra «Il gatto e la volpe».