Coin riapre, in vetrina c’è il misura-umore di Milano

Raddoppia il numero di marchi in vendita. Nei nuovi negozi della catena, anche spazi per il benessere e il gusto

Cambiano pelle, ma anche corpo e anima, i negozi Coin: stasera si inaugura quello di piazza Cinque Giornate, su nove piani, completamente rinnovato negli spazi, nel design e nei contenuti. Emblematico di una svolta che dovrebbe portare il grande magazzino a diventare un modernissimo concept store all’italiana. Vetrina d’avanguardia, luogo di incontro. Insomma, un nuovo modo di vivere il tempo libero. «Il restyling del negozio è una tappa importante del piano di rilancio iniziato due anni fa, e che ad oggi vede 13 negozi interamente ristrutturati, con un investimento pari a 40 milioni di euro» ha dichiarato l’amministratore delegato Stefano Berardo.
Un progetto che reinterpreta l’idea stessa di centro commerciale. A partire dalla facciata multimediale, con il videowall permanente più grande d’Europa. E, novità assoluta, il «termometro dell’umore», che misurerà la temperatura emotiva della città, grazie ai sondaggi condotti dall’Ispo di Renato Mannheimer. «Un grafico colorato indicherà lo stato d’animo dei milanesi, dal triste all’allegro, dallo stressato al sereno» ha spiegato Mannheimer.
Nuovo fuori e nuovo dentro. Gli oltre 7mila metri quadrati di superficie sono stati pensati per orientare all’interno di un’offerta ampliata. «Il numero dei marchi è raddoppiato - ha continuato Beraldo - e la scelta dei brand non si è basata su criteri di prezzo, ma di qualità, interesse, curiosità. Potrete trovare capi giovani da 40 euro, ma anche jeans Diesel o Calvin Klein che costano più del doppio. Non vogliamo rivolgerci a un target specifico, ma venire incontro alle esigenze di tutti».
Il piano terra, dedicato alla profumeria e ai prodotti di bellezza, è una sorta di grande palcoscenico, con un soffitto di nuvole che mutano colore, volume e forma. «Qui si incrociano oggetti d’arredo ispirati alla memoria, accanto a icone della storia e del design: dalle lampade di Jasper Morrison alla tulip collection di Eero Saarinen» ha commentato il direttore commerciale Francesco Sama.
Un percorso lungo nove piani, dove acquistare, degustare, rilassarsi. I primi cinque sono riservati all’abbigliamento per donna, uomo e bambino. Dal casual-sportivo di Levi’s, Guru, Replay al classico-elegante di Armani, Fendi, Valentino.
Ma c’è anche spazio per un centro benessere, un ristorante, un lounge bar e un punto vendita Eatitaly, «un negozio eno-gastronomico di prodotti artigianali, a prezzi accessibili». Stasera lo storico store apre le porte al pubblico, dalle 19,30 alle 22,30, con un grande evento benefico. Il ricavato delle vendite sarà, infatti, devoluto all’Airc, l’associazione italiana per la Ricerca sul cancro. Per festeggiare la nuova apertura con i migliori propositi.