Col buono del Comune la spesa è agevolata

Prima di acquistare i libri per i propri figli, è consigliabile anche controllare cosa fanno le amministrazioni locali. Molte, infatti, assegnano tramite concorso buoni libro alle famiglie meno abbienti. A Roma, per esempio, il Comune ha messo a disposizione 120mila contributi per l’acquisto dei testi di scuola media e superiore, stanziando inoltre quasi 4 milioni di euro per garantire parte dei libri gratis ai bambini delle elementari. L’amministrazione di Milano, invece, offre a tutti gli studenti delle medie, a prescindere dal reddito, un buono libro di 220 euro per il primo anno, appena inferiore per i successivi.