Col naso per aria ad ammirare il cielo stellato

«Stelle e pianeti nel cielo di Roma al Pincio 2006» è la nuova manifestazione dell’Estate Romana che si terrà a piazzale Napoleone I da domani al 30 luglio. La kermesse propone una serie di incontri e conferenze pensati soprattutto per i più giovani, per avvicinarli all’astronomia e proporre nuovi e interessanti spunti di riflessione.
Le attività, curate dal centro di documentaristica scientifica Hipparcos in collaborazione con l’Iss (Italian Space Society), si svolgeranno dalle 21 fino a notte inoltrata e comprenderanno spettacoli, videoproiezioni, conferenze e mostre scientifiche. Le costellazioni, lo zodiaco e la sua mitologia, il sistema solare e i pianeti saranno gli argomenti dei cinque spettacoli che verranno proiettati in sequenza ogni sera all’interno del Planetario Hipparcos. Ogni sera, dalle 22 in poi, per gli appassionati di binocoli astronomici, telescopi e dispositivi optoelettronici per «bucare il cielo estivo», verrà aperta la stazione telescopica.
Il tema delle conferenze varierà di giorno in giorno: domani alle 21.30 ci si interrogherà sulla «Vita intelligente fra le stelle», col responsabile del progetto Itasel (Italian Search for Extraterrestrial Life), Cristiano Batalli Cosmovici; la sera seguente Giancarlo Gengaroli parlerà di un astrofilo d’eccezione, «Guglielmo Marconi: l’onda lunga del genio».
Venerdì 28 luglio sarà la volta di «Deep impact: scienza o fantascienza», un viaggio tra 783 asteroidi molto pericolosi con Andrea Boattini; sabato 29 un ricercatore dell’Agenzia spaziale italiana, Enrico Flamini, illustrerà la sonda Cassini e «i satelliti del Signore degli anelli». Domenica 30 luglio è prevista la conferenza conclusiva di Massimo Badiali dal titolo «L’evoluzione delle stelle e l’alchimia dell’universo».
Per tutte le attività l’ingresso è libero, tranne per l’accesso al Planetarium, per cui è previsto un costo di 3 euro.