Cola di Rienzo, nuovo look per la via dei «piemontesi»

Vernarelli, presidente del XVII municipio, sollecita i lavori di riqualificazione: otto mesi di cantiere per un milione di euro

Dall’alto della terrazza del Pincio, il rettifilo di via Cola di Rienzo spicca tra il dedalo di vie che caratterizzano il Rione Prati. I «piemontesi» progettarono la strada con l’intento, riuscitissimo, di dare un Corso anche alla nuova parte della Città Eterna che stava sorgendo sulla riva destra del Tevere. Con un perfetto gioco architettonico, retrocedendo gli edifici rispetto all’asse viario, i progettisti vollero inoltre creare una piazza, che prese anch’essa il nome del celebre tribuno romano. Il traffico, la poca attenzione e alcune pessime scelte dell’amministrazione capitolina hanno purtroppo, nel tempo, cancellato lo smalto della zona.
A novant’anni dall’opera delle prime ruspe, scongiurato il pericolo di un devastante parcheggio multipiano che ne avrebbe irrimediabilmente distrutto l’assetto urbanistico trasformandola in rampa di accesso al «mostro sotterraneo», il presidente del XVII municipio Roberto Vernarelli ha sollecitato l’Ufficio tecnico per l’elaborazione di un progetto di riqualificazione strutturale della piazza. I lavori inizieranno entro il primo bimestre del 2006 e dureranno 7/8 mesi, per un importo di un milione di euro. Nel mentre, la circolazione viaria non subirà modifiche sostanziali, e per limitare al massimo i possibili disagi il programma lavori ha previsto la suddivisione della piazza in quadranti.
Gli interventi riguarderanno la pavimentazione, le alberature, le caditoie e i pozzetti di deflusso delle acque piovane, gli angoli seduta. Particolare risalto sarà dato al monumento ai Caduti della Grande Guerra, oggi indecorosamente nascosto dalle numerose auto in sosta. In questa fase preliminare Vernarelli e l’assessore ai Lavori pubblici Giulio Celi stanno presentando il progetto alla cittadinanza per raccogliere proposte e suggerimenti che, dopo il vaglio dei tecnici, potranno rendere ancor più l’intervento a misura dei fruitori. Il consigliere Marco Pomarici, responsabile per la Polizia municipale, nel corso dell’anteprima di presentazione ha evidenziato il taglio degli angolari della piazza che creerà quattro corsie di scorrimento per le auto dirette a piazza Cavour e a piazza Mazzini e che, bypassando i tempi semaforici, fluidificheranno il traffico di via Cola di Rienzo e delle vie limitrofe.