Coldiretti guida alla spesa «low cost»

da Roma

Nonostante il caro prezzi è possibile fare una spesa low cost con risparmi superiori al 30% senza rinunciare alla qualità. Basta tagliare le intermediazioni, grazie a idee innovative che vanno dall’acquisto del latte alla spina, all’orto self service, ma anche alla spesa ai mercati generali o direttamente nelle imprese agricole.
La Coldiretti sottolinea che si sta assistendo a un boom di formule nuove per consentire acquisti convenienti in tempi di alta inflazione. Grazie alla distribuzione alla spina, il latte fresco di altissima qualità può essere acquistato a prezzi tra 1 e 1,2 euro (per il biologico), mentre sugli scaffali il latte fresco è venduto attorno a 1,6 euro al litro; inoltre si elimina anche la dispersione di rifiuti.
Se sono ormai centinaia i distributori di latte fresco che possono essere rintracciati sul sito www.coldiretti.it, in molte città è anche possibile approfittare dell’apertura dei mercati all’ingrosso ai privati cittadini, prevista dalla legge in orari determinati, che consente risparmi per acquisti «a collo» e di usufruire degli eventuali «saldi last-minute». È anche possibile fare la spesa direttamente nell’orto delle aziende agricole raccogliendo personalmente dal terreno insalata, finocchi o zucchine che si intendono acquistare; ci si garantisce cibo di qualità e si risparmia sui costi della raccolta secondo una formula denominata «pick your own», che sta avendo una rapida diffusione negli Stati Uniti. Ma per chi vuole acquistare prodotti freschi direttamente dal produttore, senza fare la «fatica» di raccoglierli, sul sito www.campagnamica.it c’è il motore di ricerca «fattorie e cantine»: qui è possibile individuare per singolo comune le aziende agricole dove si può fare la spesa. Quasi diecimila gli indirizzi disponibili.