Collegamento «privato» con la Svizzera

da Milano

Al via i lavori per la costruzione della prima merchant line a corrente alternata in Europa, che collegherà le stazioni elettriche di Campocologno in Svizzera e Tirano in Italia. «Merchant line» significa che la nuova linea elettrica farà capo esclusivamente ai propri azionisti e non a Terna, che ha la proprietà della rete ad alta tensione e che gestisce le importazioni di elettricità. In questo modo la differenza tra il prezzo pagato ai fornitori esteri e quello sul mercato italiano andrà agli azionisti, e non a Terna, come avviene per le altre linee elettriche che collegano l’Italia ai Paesi vicini. L’infrastruttura sarà realizzata e gestita da Elite, la società di scopo nata nel dicembre del 2007, a cui partecipano Edison per il 48,45%, Raetia Energie per il 46,55% e il Comune di Tirano per il 5 per cento. L’investimento previsto per la realizzazione della nuova linea è pari a 17,6 milioni di euro. La linea di interconnessione avrà una lunghezza di 4,4 chilometri ed entrerà in esercizio entro la fine del 2009, aumentando di 150 Mw la capacità di trasporto tra i due Paesi e faciliterà l’importazione dalla Svizzera di eventuale nuova capacità produttiva di Edison. «Oggi diamo il via alla realizzazione della prima merchant line in Italia e la prima in Europa a corrente alternata non gestita dall’operatore nazionale: un importante traguardo che contribuirà a migliorare la sicurezza degli approvvigionamenti e a rafforzare la concorrenza», ha commentato Roberto Potì, direttore centrale sviluppo di Edison.