Collegati ma scollegati

Sono 111 milioni gli utenti di internet in Cina e crescono al ritmo di 20mila al giorno, nonostante la feroce censura on line. Sono secondi solo agli Usa, entro l’anno prossimo sarà sorpasso. Ma il regime considera internet un mezzo di propaganda sovversivo e non sopporta che in rete possano liberamente circolare informazioni scomode. Morale: la Cina, che si trova al 163º posto nella graduatoria per la libertà di stampa, filtra la rete maglia per maglia e per chi sgarra c’è il carcere duro. Paradosso dei paradossi: a fornire la sofisticata tecnologia che impedisce agli internauti di comunicare con l’Occidente sono proprio le aziende occidentali.