Una collezione di 4mila pezzi unici

Cominciò il padre Giovanni a raccogliere rasoi. Quando un cliente veniva a comprare un rasoio nuovo, lui ritirava il vecchio e lo metteva in uno scatolone con altri pezzi dismessi. I figli Franco e Aldo Lorenzi hanno ereditato la passione del padre continuando a collezionare rasoi e oggetti per la rasatura dall’antichità ai giorni nostri (a sinistra alcuni “pezzi”). Aldo è riuscito perfino a scovare due rasoi etruschi di bronzo, un bitagliente e uno a forma «lunata». Oggi la collezione conta quasi 4mila pezzi fra rasoi e accessori per la rasatura, provenienti da tutto il mondo e tutti catalogati e documentati. Una passione collezionistico-documentaria che ha contagiato anche la moglie di Aldo, Edda Chiodini, che ha tradotto e curato per il Polifilo l’opera La Pogonotomia, ovvero l’arte di imparare a radersi da sé di Jean Jacques Perret, celebre mastro coltellinaio francese del ’700. La collezione di rasoi antichi è dedicata al capostipite Giovanni Lorenzi e si trova a Palazzo Melzi, in via Montenapoleone 18. Per la visita, prenotare al numero 02.76022848 oppure contattare il negozio Lorenzi di via Montenapoleone 9. L’ingresso è libero.