Collezione Armani: il fascino dell’oriente

Lo stilista ancora una volta stupisce per la raffinatezza che vive in ogni pezzo

Albino Boffi

Delicate e sensuali evocazioni della Cina degli anni '20 e '30, ispirazioni razionaliste e motivi Art Déco compongono i tratti distintivi dell'ultima, raffinatissima collezione dedicata alla casa firmata Giorgio Armani.
L'occhio cade sui dettagli, sui materiali utilizzati, sugli accostamenti inediti. L'alternanza di lucido e opaco, di squisiti ricami e di pietre a mosaico, di legni laccati e di dettagli in ottone brunito, creano un susseguirsi di proposte d'arredo assolutamente svincolate dalla serialità e dall'omogeneità formale. La collezione 2005-2006 propone mobili, complementi e oggettistica pensati per arredare ogni ambiente, declinati nei colori scelti dallo stilista come il grigio, il nero e il panna, arricchiti da dettagli in oro, platino, argento e rosso vivo. Particolarmente meritano di essere sottolineati il mobile bar Riesling, un contenitore cubico rivestito da tessuto a quadri e sostenuto da una base in ottone, il grande candido tappeto Rodin con motivi decorativi argentei e il mobile a cassetti Reverie in edizione limitata, rivestito in pietra Millerighe.
Gli imbottiti, divani e poltrone, si propongono in forme composte e sobrie ma estremamente confortevoli, da completare con tavolini bassi e da cuscini di varie forme e fogge. Per ogni informazione, potete telefonare al numero 02-72318630 o consultare il sito www.armanicasa.com.