La Colli lascia, via al rimpasto in giunta "Così ho tolto le castagne dal fuoco"

Nuova squadra in Comune. L’assessore alle Aree cittadine pronta a presiedere la Fondazione
Arcimboldi. Domani in giunta l’ufficializzazione. Nasce il comitato per
i grandi eventi. Incarichi: Rizzi allo Sport e Tempo libero, Beretta al Bilancio, Terzi al Commercio

Les jeux sont faits. I giochi del rimpasto sono praticamente chiusi: domani mattina alle 11.30 è fissata la giunta e il sindaco Letizia Moratti potrebbe già riunire la nuova squadra con cui, dopo il primo giro di boa, affronterà il «lato b» del mandato. Ieri l’assessore alle Aree cittadine Ombretta Colli ha rassegnato ufficialmente le dimissioni: per lei è pronto il ruolo di presidente della Fondazione Arcimboldi. La struttura che gestirà il teatro della Bicocca - e i fondi per sostenerla - non è ancora cosa fatta, ragion per cui negli ultimi giorni circolava la sensazione che il rimpasto avrebbe subito un ennesimo slittamento. «Ho tolto le castagne dal fuoco al sindaco» scherza la Colli, ma «soprattutto vado a fare una cosa che mi piace molto». Non importa che manchino ancora tasselli per la costituzione della Fondazione, «non ho motivi per dubitare dell’impegno del governatore Roberto Formigoni, del sindaco e del ministro ai Beni culturali Sandro Bondi», partner, con il teatro alla Scala, del progetto. Quello degli Arcimboldi «è un teatro strepitoso, anzi diventerà il primo della città - è convinta -. Certo, ora gambe in spalla, ci sarà molto da lavorare». Dunque, dato che la Moratti «ha sempre cercato di sottolineare l’importanza del rapporto di squadra, e c’era malumore in aula per avere due posti in giunta per i consiglieri azzurri, è capitata questa bella occasione e mi faccio da parte». A dire il vero, tra gli azzurri gira voce che abbia minacciato di candidarsi in Provincia, se i patti non saranno mantenuti. Comunque, un addio alla giunta Moratti (anzi, un arrivederci perché «avremo ancora occasione di lavorare insieme») che per una volta avviene «con grande cordialità». Ben più polemiche sono state le altre uscite dalla squadra del sindaco dall’inizio del mandato: quella di Carla De Albertis, per non parlare dell’acceso «strappo» con Vittorio Sgarbi e Tiziana Maiolo.
Oggi il sindaco potrebbe già convocare le new entry per firmare la nomina: Alan Rizzi, che diventerà assessore allo Sport e Tempo libero, e Giacomo Beretta, che assumerà le deleghe al Bilancio e i Rapporti con il consiglio comunale. La Moratti invece terrà per sé la responsabilità sulle società partecipate. E ne approfitta per rimescolare le carte. Giovanni Terzi lascia Sport e Tempo libero per accorpare Attività produttive e Lavoro. Andrea Mascaretti passa dal Lavoro alle Aree cittadine, e gestirà anche rapporti con la Provincia, Fondazione Welfare e Fondazione scuole civiche. Il vicesindaco Riccardo De Corato «perde» i rapporti col consiglio ma assume le Relazioni con la prefettura e la questura. Ancora in forse se potrà gestire anche la polizia locale, oggi in capo al sindaco. Un pool di assessori - Terzi (coordinatore), Rizzi, Massimiliano Orsatti e Maurizio Cadeo - gestirà infine i grandi eventi. Cadeo ringrazia la Colli «per il lavoro svolto con la giunta». Anche Terzi conferma «la stima a una collega e amica che ha sempre lavorato con lealtà e che mette grandissima umanità in tutto». Le new entry «confermeranno una grande voglia di fare lavoro di squadra».