Colli vicesindaco? Barricate di An: «Sembra assurdo»

Un’accoglienza da figliol prodigo in Forza Italia (fatta eccezione per Gabriele Albertini) e le barricate in Alleanza nazionale. La Casa delle libertà si divide sull’idea del ticket rosa, l’accoppiata Letizia Moratti sindaco con Ombretta Colli vicesindaco, lanciata dall’ex presidente della Provincia venerdì all’apertura della sua campagna elettorale. «Ma come - attacca l’assessore Giovanni Bozzetti - la Colli si candida sindaco, mette in piedi una lista di disturbo al centrodestra e poi chiede già un posto da vicesindaco? Mi sembra assurdo. Come assurdo è cominciare già a parlare di futuri assetti di giunta. Questo è il tempo di scendere in campo per guadagnarci la riconferma. Poi si vedrà. Oggi per la Colli manca una condizione essenziale, sarebbe assurdo premiare una lista che non appoggia la Cdl. Certo, se poi quella della Colli diventerà la seconda lista della coalizione, allora si vedrà».
«Calma - gli fa eco Roberto Predolin, collega di giunta e di partito -. Per decidere quel che succederà il voto è importante. E noi non sappiano ancora nemmeno se la Moratti si candiderà. Dopo l’approvazione in parlamento delle quote nelle liste riservate alle donne, mi sembra che in troppi siano stati contagiati da questa euforia rosa. C’è una corsa eccessiva. E non è carino cominciare a prenotare un posto già da adesso. Prudenza, prima cerchiamo di vedere come vanno le cose».