Collina in cattedra Lezione ai mister

Roma. Trattenute, falli da dietro, fuorigioco: il regolamento è chiaro e va applicato, ma quando si sbaglia da Pierluigi Collina non si sentirà mai mettere sotto accusa uno della sua squadra. Anche se l’obiettivo primario da raggiungere è l’uniformità di giudizio, tenendo conto che il regolamento dà comunque molta discrezionalità agli arbitri. Nelle prove di dialogo con gli allenatori (ma dei big c’erano solo Ancelotti e Spalletti), il designatore dei fischietti esce soddisfatto. Due ore e mezzo di confronto per affrontare tanti temi, tutti supportati da immagini di casi specifici. Collina, tra l’altro, è uno dei tre grandi ex scelti da Platini per valutare il progetto del francese degli assistenti dietro le porte.