Collocamento lampo del 6,1 per cento di Piaggio

Escono Citigroup, Lehman, Mediobanca, Caboto e Deutsche. Fuori anche Sabelli

da Milano

Piaggio tiene in Borsa nonostante il collocamento di una buona fetta del suo capitale realizzato ieri. Il gruppo controllato dalla Immsi di Roberto Colaninno ha infatti perso fino al 3,5%, per poi chiudere in sostanziale pareggio.
La vendita in blocco (un accelerated bookbuilding) del 6,1% del capitale è stata fatta da parte di una pattuglia di azionisti. Poco più di 23 milioni di azioni Piaggio, per un valore vicino a 75 milioni di euro, collocate da Citigroup, Lehman Brothers, Mediobanca, Caboto e Deutsche Morgan Grenfell. A un prezzo vicino a 3,05 euro.
Hanno venduto le loro quote anche l’ex ad Rocco Sabelli (1,7 milioni di azioni) e il precedente direttore generale Gian Claudio Neri (850mila titoli). Il collocamento è stato rapidamente assorbito dal mercato, che ha fatto arrivare richieste per 2,5 volte l’offerta, andata esaurita in poco più di un’ora. Il socio di maggioranza, la Immsi, non ha comprato titoli, ma, d’intesa con Mediobanca, ha sciolto i venditori dall’accordo di lock up, che sarebbe dovuto scadere a gennaio.