Colombia, Chavez: liberate dalle Farc Rojas e Gonzalez

Il presidente venezuelano ha annunciato che le due donne sono state consegnate dalle <strong><a href="/a.pic1?ID=233077">Farc</a></strong> ai volontari della Croce Rossa internazionale. La Rojas, assistente della Betancourt, <strong><a href="/a.pic1?ID=233076" target="_blank">ha avuto un figlio da un guerrigliero</a></strong>

Caracas - Il presidente venezuelano Hugo Chavez ha annunciato la liberazione di Clara Rojas, assistente dell’ex candidata alla presidenza Ingrid Betancourt (ancora nelle mani dei guerriglieri) e dell’ex parlamentare Consuelo Gonzalez de Perdomo da parte delle Farc. In una dichiarazione ai media a Caracas, Chavez ha detto di avere avuto la notizia dal ministro dell’Interno venezuelano Rodriguez Chacin. La notizia della liberazione è stata confermata dalla Croce rossa internazionale. Non nascondendo la sua emozione, Chavez ha detto: "Ho appena parlato con Clara e Consuelo". Ed ha aggiunto che entrambe sono in buone condizioni fisiche, secondo quanto gli ha confermato il ministro dell’Interno Ramon Rodriguez Chacin. Due elicotteri con le insegne del Comitato internazionale della Croce rossa (Cicr) si sono levati in volo oggi poco dopo le 10 (le 16 italiane) dall’aeroporto colombiano di San Josè del Guaviare per dirigersi verso la selva del dipartimento e raggiungere le coordinate fornite dalle Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc) per il rilascio delle due donne.

Il recupero Durante la tappa colombiana, sugli elicotteri MI 17 di fabbricazione russa sono state sostituite le insegne della Croce rossa, che ora sono molto più grandi e più visibili di quelle originarie collocate in Venezuela. Con il serbatoio pieno, i due velivoli hanno una autonomia di quattro ore di volo. Si è anche appreso che le condizioni meteorologiche nella zona sono perfette. Secondo Radio Caracol, il luogo della liberazione sarebbe Tomachipan, un villaggio incantato nella selva, bagnato dal Rio Inirida, che si trova ad un centinaio di chilometri da San Josè del Guaviare. Sul posto, ha precisato l’emittente colombiana, la commissione umanitaria dovrà attendere per lo meno un’ora il gruppo di guerriglieri delle Farc con gli ostaggi.