«Colombia, legami italiani per le Farc»

Una «Italian Connection»: è quanto denunciano le autorità della Colombia che hanno redatto un documento riguardante le complicità di cui godrebbero in Europa, e fra l’altro in Italia, i guerriglieri delle Farc colombiane. Nel nuovo documento governativo realizzato anche grazie a materiale estratto dal pc del numero due delle Farc Raul Reyes ucciso l’1 marzo, e di cui si è occupato ieri il quotidiano El Tiempo, si sostiene che le principali «pedine» delle Farc all’estero sono quattro spagnoli, due italiani, un danese ed un australiano. Per quanto riguarda la presenza in Italia le «pedine», di cui si conosce la vera identità, mantenuta però riservata, hanno i nomi di battaglia di Ramon e Consolo. Il giornale aggiunge che i due hanno formato un gruppo a cui appartengono dei colombiani all’estero.