Colombo scende? Balzo del 6,5% in Piazza Affari

Con un’improvvisa impennata, a Piazza Affari il titolo del Ventaglio ha registrato un progresso del 6,5% a 0,94 euro. I riflettori (e la speculazione) si sono accesi grazie a indiscrezioni secondo cui il presidente e fondatore Bruno Colombo, che detiene il 58% del capitale, sarebbe disponibile a scendere sotto la maggioranza. La contendibilità è sempre un elemento di valorizzazione per una società, anche se i suoi conti - come nel caso del Ventaglio - non sono positivi. Sollecitato dalla Consob, il gruppo ieri sera ha emesso una nota confermando di aver ricevuto dichiarazioni di interesse da parte di possibili partner sia industriali che finanziari, ma ha escluso che siano in corso negoziazioni e che siano prevedibili evoluzioni nel breve termine. Un punto fermo, attualmente, è solo la trattativa in esclusiva con il gruppo Blackstone per la cessione della proprietà (esclusa la gestione) di due villaggi nella Repubblica Dominicana e in Messico; ma i colloqui, che si basano su una cifra intorno agli 80 milioni, sono stati rallentati dal recente uragano che ha colpito quest’ultimo Paese. Il principale asset del Ventaglio, ceduti gli immobili, è la compagnia aerea Livingston, che ha i conti in ordine. Se nuovi ingressi di partner nel gruppo a breve vengono smentiti, appare comunque più probabile che si tratti di operatori del settore; se stranieri, per acquisire una posizione di rilievo in Italia, se italiani, per dar vita a quel polo del turismo mai realizzato, e che potrebbe riordinare un comparto frammentato e dai margini non elevati.