Colonia, crolla l'archivio "Un ferito e 9 dispersi"

Crollate anche le abitazioni circostanti. Molti feriti lievi. Altre persone sono intrappolate sotto le macerie. Sulle cause si pensa al vicino cantiere per l'ampliamento della metro

Colonia - È salito a nove il numero dei dispersi nel crollo dell’archivio storico della città di Colonia. Lo ha detto un portavoce dei pompieri, secondo quanto riporta l’emittente televisiva tedesca N-tv. Una parte del palazzo di quattro piani è crollata verso le 14 nel Waidmarkt, piazza del quartiere centrale Severinsviertel. L’intera area è stata evacuata perché anche i due edifici che si trovavano ai lati del palazzo distrutto sono crollati e la polizia teme ulteriori danni. Coinvolta nel crollo una facciata di case lunga 70 metri: 30 metri l’archivio, il resto gli edifici limitrofi. Secondo le prime informazioni delle squadre di soccorso intervenute sul posto, ci sono diversi feriti lievi. "Diamo per certo che ci sono anche persone sotto i detriti" ha spiegato il portavoce dei vigili del fuoco di Colonia, Daniel Leupold. Non è chiaro, tuttavia, quante persone si trovassero all’interno dell’edificio al momento dell’incidente.

Fuori i dipendenti Un portavoce dell’archivio ha dichiarato all’emittente televisiva N-tv che "tutti i dipendenti dell’archivio sono riusciti a mettersi in salvo, compresi due operai che stavano lavorando nell’edificio". Risulta invece dispersa, ha aggiunto, una coppia di coniugi che abitava in un edificio attiguo. Alcuni dipendenti dell’archivio hanno dichiarato di aver udito una scossa ai piani alti dell’edificio, seguita da un forte rumore; a quel punto tutti i dipendenti sono stati invitati a mettersi in salvo. La proprietaria di un chiosco di giornali attiguo ha dichiarato che il crollo ha provocato una nube di polvere gigantesca precisando che "l’incrocio stradale era come in una nebbia fitta: sembrava l’11 settembre". Nell’edificio erano state riscontrate due anni fa alcune crepe che da un esame erano state giudicate non pericolose.

Le cause Sul posto sono intervenuti circa 200 tra soccorritori e vigili del fuoco. L’area è stata ampiamente recintata. Le cause del crollo non sono chiare. Proprio vicino all’edificio si stavano svolgendo le opere di ampliamento della metropolitana cittadina, ma non è chiaro se vi sia un collegamento tra il crollo e i lavori. L’archivio è uno dei più grandi della Germania e conserva documenti originali di più di mille anni di storia della città renana. Si tratta del più ricco archivio comunale a nord delle Alpi e conteneva 65mila documenti, 104mila carte topografiche, 50mila manifesti e 500mila foto riguardanti avvenimenti della città renana.