Colori e sapori dell’agricoltura in piazza Caricamento

Per quattro giorni a partire da oggi pomeriggio piazza Caricamento a Genova sarà invasa dai profumi, dai colori e dai sapori dell'agricoltura italiana, in occasione della quarta edizione della Festa Nazionale organizzata dalla Confederazione Italiana Agricoltori (Cia). Approda così nella città della lanterna la manifestazione che richiama le eccellenze della produzione agricola da ogni parte d'Italia. Una produzione che nella nostra regione vive un forte squilibrio tra Levante e Ponente, e che nella sola provincia di Genova con le sue 450 imprese occupa oltre 900 addetti. «Il nostro obiettivo - spiega Ivano Moscamora, presidente regionale della Cia - è quello di mettere i prodotti al centro dell'attenzione. Genova, città di porto, di traffici, finestra sul Mediterraneo è senza dubbio la cornice ideale». Un'occasione importante, quella della Festa Nazionale, per aprire una volta per tutte il sipario anche sulla produzione ligure che spesso non viene valorizzata come merita. Anche perché «se vogliamo i prodotti genuini della nostra terra - dichiara Marina Dondero, assessore all'Agricoltura della Provincia di Genova - bisogna mettere le nostre aziende nella condizione di restare sul territorio».
L'appuntamento è per oggi alle 17.30 in piazza Caricamento, dove si svolge la cerimonia di inaugurazione. La grande area espositiva ospita gli stand di tutte le regioni italiane, che mettono in vetrina in questa mostra-mercato le proprie specialità. Ma accanto alla classica esposizione, particolarmente curiosi sono i laboratori dei colori e dei sapori, situati in un'area al centro della Festa. Nel corso dei quattro giorni ospiteranno una serie di degustazioni di prodotti di qualità, dalla mattina e per tutta la giornata. Alle 21 si inizia con la selezione per il Campionato mondiale di Pesto al Mortaio. Domani alle 11 ecco uno speciale aperitivo con i vini liguri, mentre la sera alle 21 si terrà un laboratorio sulla degustazione degli oli della nostra regione. Sabato alle 16 troveremo un itinerario nei gusti abruzzesi, seguirà alle 18 un percorso d'autore sulla scia di Cesare Pavese. Nelle serate di sabato e domenica, a partire dalle 21 la piazza sarà decorata da composizioni floreali. Le creazioni dei maestri fiorai saranno poi offerte al pubblico attraverso una lotteria, il cui ricavato sarà devoluto al reparto di oncologia pediatrica dell'ospedale Gaslini. Domenica, infine, a partire dalle 16 degustazione di carne e mozzarella di bufala a cura delle aziende agricole della Campania.
Non solo prodotti e degustazioni. La Festa Nazionale è anche lo spunto per organizzare convegni e dibattiti sugli scenari e le difficoltà connessi a questo settore. Da segnalare quello che si terrà domani alle 9.30 presso la sala Paganini dell'Hotel Bristol in via XX Settembre, dedicato alle donne imprenditrici nell'agrisociale.