«Ma la colpa non è solo del riscaldamento privato»

«Non è certo il riscaldamento privato la causa principale dell’inquinamento dell’aria milanese». Non lascia spazio a interpretazioni il parere di Assoedilizia secondo cui lo smog «è dovuto, secondo il parere unanime degli esperti, principalmente al trasporto pubblico e privato, all’agricoltura, all’industria (che concorrono complessivamente per il 74% del totale). In particolare, il riscaldamento privato concorre per il 16-18% (media annua)». Il resto, secondo l’associazione, «è dovuto ad altre cause. Controprova, il fatto che nelle prime settimane di ottobre 2007 (a riscaldamento spento) si sono superati in molti giorni i famosi limiti di legge di pm10 e di altri inquinanti. Infine. Proprio gli enti pubblici gestiscono migliaia di impianti di riscaldamento a gasolio, carbone, olio combustibile». Ciò premesso, Assoedilizia è convinta che Ecopass, adottato nella ristretta area del centro della città, sia scarsamente efficace per quanto riguarda l’inquinamento. Per questo si è sempre battuta perché il provvedimento venisse esteso all’intera area comunale e senza distinzione tra veicoli più o meno inquinanti.