«Colpi di calore» Ecco come fare per evitare guai

Pelle secca, tachicardia, vertigini e nausea. Questi sono i campanelli d’allarme del colpo di calore, sintomi di un malessere del tutto probabile, viste le temperature di questi giorni. Il colpo di calore non è affatto da sottovalutare dato che, in casi particolarmente gravi, può portare alla morte. Cosa bisogna fare per soccorrere chi è stato travolto dal caldo? L’importante è riconoscere i sintomi e sapere come intervenire. Prima di tutto si deve portare immediatamente all’ombra chi si è sentito male, applicando sulla sua testa del ghiaccio o degli asciugamani bagnati e misurando con un termometro la temperatura corporea. Se queste semplici operazioni non sono state sufficienti, allora è consigliabile chiamare l’assistenza medica. Esistono, comunque, alcuni accorgimenti per evitare di essere investiti dal colpo di calore. Ad esempio è necessario bere tanta acqua, in modo da evitare la disidratazione, e soggiornare in un luogo ombreggiato e possibilmente ventilato. Da evitare sono le bibite zuccherate o a base di caffeina. In ogni modo chi si sentisse male può sempre contare sul soccorso delle ambulanze che in questi giorni stazionano nelle piazze principali della città.

Annunci

Altri articoli