Colpisce il «rivale» con un taglierino Marito geloso in cella

Per colpa di una serie di attenzioni nei confronti della moglie, un anziano commerciante per poco non ha mandato all’altro mondo un agente di commercio. Trovandolo sotto casa per l’ennesima volta, l’ha colpito alla gola con un affilato taglierino provocandogli una violenta emorragia. Il duello rusticano si è poi concluso con l’intervento del 118, che ha trasferito la vittima all’Humanitas in prognosi riservata anche se non in pericolo di vita, e dei carabinieri, che hanno arrestato il feritore. L’aggressione è avvenuta l’altra sera verso le 21 a Casarile, sotto casa di Mario F., 60 anni, indispettito per aver trovato A. B. sotto le finestre della moglie, una sudamericana di 40 anni. I due si sono subito «beccati» e dalle parole sono passati ai fatti: A. B. ha sferrato due pugni al volto del marito che ha replicato con un paio di fendenti al collo della vittima, colpendo la giugulare. E buon per lui che il personale del 118 è arrivato in tempo per tamponare la ferita.