An «colpita» dai pidocchi vuol disinfestare le scuole

I bambini saranno anche di sinistra, come giura Claudio Bisio, ma che si meritino i pidocchi non lo pensa nemmeno uno di destra come Aldo Praticò, consigliere comunale di An. Tanto più che, di testa in testa e da casa a scuola all’ufficio, la pediculosi rischia di trasformarsi in un’epidemia senza quartiere né classe (sociale). È già allarme «nell’intera comunità» per l’invasione dei molesti e invisibili animaletti, giura Praticò, così ecco la proposta: approfittare dei prossimi giorni festivi per disinfestare aule, refettori e palestre di tutte le scuole e di tutti gli asili genovesi. La bonifica delle teste sporche, quella spetta invece alle famiglie. Dice il consigliere di An che a nulla sono valsi l’impegno e i consigli in tal senso di medici scolastici e assistenti sanitari, i pidocchi son troppi e si spostano troppo velocemente, vanificando la possibilità di controlli accurati su un numero elevato di alunni. Quindi alla proposta segue l’appello: lavateli con cura, questi poveri bambini, che solo nel mese di ottobre già in cinquemila son stati visti grattarsi pericolosamente la testa