Colpito da schizofrenia

Aldo Togliatti era ricoverato all’ospedale privato accreditato Villa Igea di Modena dal settembre 1980. Lo ha ricordato la direzione sanitaria della struttura, che ha comunicato ieri il decesso «a esequie avvenute per espressa volontà dei familiari», con una breve nota. Una mente sofferente da molti anni quella di Aldo Togliatti, ma non priva di momenti di lucidità e, soprattutto, accompagnata da una serenità di fondo. Tra i tanti testimoni, oltre ai parenti, la badante Marisa Cavicchi che gli è stata vicino fino all’ultimo e alla quale il figlio di Togliatti era particolarmente affezionato. Quella casa di cura - raccontano i famigliari e la governante - era diventata casa sua.