Colpo a Basiglio, svaligiata la villa di Alba Parietti

Sia la soubrette sia il figlio erano fuori città. I ladri, ripresi dalle telecamere, non sono riusciti a forzare la cassaforte

Vetri rotti, mobili e vestiti sottosopra ma è stato vano il tentativo di forzare la cassaforte. I ladri stavolta hanno scelto la villa di Alba Parietti, a Basiglio, per fare il colpo grosso. Il furto, scoperto dalla governante, si è verificato mentre sia la Parietti (a Capri per il week-end), sia il figlio Francesco, non erano in casa. Sul posto si sono subito recati gli investigatori: la villa è dotata di un sistema di telecamere a circuito chiuso in funzione 24 ore su 24 e questo potrebbe rendere veloce rintracciare gli autori del furto. Peccato che il sofisticatissimo sistema abbia funzionato solo a metà. Alba Parietti ha dichiarato di essere «sotto choc, soprattutto al pensiero che in casa avrebbe potuto esserci lei o il figlio». Le telecamere hanno consentito di stabilire che il colpo è avvenuto alle 22.10 ad opera di tre persone. «Si tratta di persone perfettamente a conoscenza dei nostri movimenti ha commentato la soubrette - meno male che al momento del furto né io né mio figlio eravamo in casa». In queste ore sono in corso gli accertamenti da parte delle forze dell’ordine, stanno rilevando le impronte digitali. Tutti gli oggetti di valore rimasti in cassaforte sono stati trasferiti altrove. «Io di certo lì non ci torno almeno fino a quando il sistema di allarme non sarà perfettamente in funzione. Non mi era mai accaduta una cosa del genere, il furto in casa è una vera e propria violenza».