Colpo di fucile contro la pizzeria degli albanesi

Nuove intimidazioni a Besano, in provincia di Varese, a un mese esatto dall’omicidio del barista Claudio Meggiorin, il ventitrenne ucciso con una coltellata al cuore da un giovane albanese clandestino al termine di una lite: nelle prime ore dell’alba ignoti hanno sparato un colpo di fucile da caccia contro la pizzeria gestita da un albanese, locale che si trova nel centro del paese accanto al bar di Meggiorin. Il proiettile sparato da sconosciuti ha forato la vetrina del negozio andando a conficcarsi proprio nel bancone. Nessun ferito, a quell’ora l’esercizio commerciale era chiuso. Alla stessa pizzeria era stata sfondata la vetrina all’indomani del delitto che aveva su suscitato un’ondata di rabbia e intolleranza contro gli immigrati e in particolare gli albanesi. Centinaia di ultrà delle tifoserie di mezza Italia e skin head avevano manifestato «rumorosamente» promettendo vendetta. Sul nuovo episodio indagano i carabinieri. Ultimamente in paese il clima sembrava ritornato sereno.