COLPO GROSSO

Ha già fatto crollare lira e sterlina una volta e qualcuno crede possa aver guadagnato una fortuna dallo storico declassamento Usa. Secondo alcune voci citate dal MailOnline e da diversi tabloid inglesi, il finanziere ottantenne George Soros potrebbe avere a che fare con il misterioso investitore che ha guadagnato un miliardo di dollari scommettendo sul downgrade Usa, dato 10 a 1, settimane prima della stangata di S&P. Soros, noto come l’uomo che ha messo in ginocchio la Banca d’Inghilterra, nel 1992 salì all’onore delle cronache per aver venduto allo scoperto alcuni miliardi di dollari in sterline, portandosi via un bottino miliardario. Tra le ragioni che vorrebbero Soros come la mente del colpaccio, sia la presunta vicinanza con alcuni uomini forti dell’amministrazione Obama che la decisione dell’imprenditore di chiudere i battenti del suo fondo di investimenti. Decisione che, nel caso, gli avrebbe permesso di scrollarsi di dosso il controllo della Sec.