Colpo di sonno: 4 morti sulla A1

da Roma

Erano partiti all’alba da Ripi, paesino nel Frusinate, in direzione di un cantiere a Valmontone, in provincia di Roma, dove dovevano concludere un lavoro. Ma i 4 operai, 3 italiani e un moldavo, non sono mai arrivati per colpa di un colpo di sonno del guidatore. Poco prima delle 6 il pulmino Fiat Oblò con a bordo i quattro è andato a scontrarsi con un Tir appena uscito da una piazzola di sosta sull’A1 nel tratto tra Anagni e Colleferro. Nell’impatto tre degli operai sono deceduti subito, il quarto è morto in ospedale. Le vittime erano pendolari, piastrellisti specializzati nella posa di pavimenti e opere murali. Antonio Fratarcangeli, 59 anni, era sposato ed aveva due figli; Fabrizio Arduini, 23 anni, lascia la moglie e una figlia di un anno. Marco Marcoccia, 30 anni, era sposato con la sorella di Arduini. Ion Hermurache, di 22 anni, era venuto in Italia dalla Moldova pochi anni fa e abitava a Strangolagalli, piccolo paesino nel cuore della Ciociaria. Penalizzato per ore il già congestionato traffico sull’A/1 tra Anagni e Colleferro. Alle 13 punta di otto chilometri di fila.
E a proposito dell’incidente, in una nota il Comitato di redazione del Cciss Viaggiare Informati se la prende con la Rai, colpevole di aver tagliato ieri dalla programmazione gli spazi mattutini sulla viabilità e di aver così danneggiato gli automobilisti.