Coltellate davanti a scuola Denunciato 17enne egiziano

Aveva accoltellato un coetaneo davanti al Politecnico del commercio e del turismo in viale Murillo, nel quartiere San Siro, martedì. Ieri la Squadra mobile, che indagava sul caso, lo ha denunciato per lesioni gravi.

Un 17enne egiziano con piccoli precedenti penali per reati contro il patrimonio è considerato responsabile dell'aggressione all'uscita da scuola avvenuta il 24 gennaio intorno alle 14 ai danni di un coetaneo italiano. Il ragazzo aveva ricevuto una coltellata al torace ed era stato ricoverato con venti giorni di prognosi. Gli agenti della Mobile e quelli del commissariato Bonola hanno individuato il colpevole, che ha ammesso il fatto. Sulle motivazioni del gesto i due hanno versioni discordanti. Il diciassettenne italiano racconta che la lite è nata dal fatto che l'egiziano un mese fa gli aveva rubato un piccolo quantitativo di hashish. L'egiziano dice invece di essersi vendicato perché l'altro lo aveva picchiato nel corso di una precedente lite che sarebbe avvenuta una settimana fa davanti al McDonald's di piazzale Lotto.

Lo studente ferito non era apparso grave ai soccorritori e non era in pericolo di vita. La coltellata lo aveva però ferito al torace e la lesione aveva interessato la milza e il polmone. Era stato trasportato all'ospedale Niguarda, dove era stato operato. Da subito era emerso che c'era stata una discussione tra la vittima e un ragazzo nordafricano, che subito lo aveva colpito a sinistra all'altezza dell'ascella. L'aggressore era scappato immediatamente. Gli agenti avevano ascoltato i testimoni, studenti e passanti, e avevano raccolto le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona. Ieri è arrivata l'individuazione del ragazzo responsabile.

RC