Coltivavano marijuana

La sezione antidroga della squadra mobile di Genova sta indagando per risalire ai responsabili che hanno impiantato una piccola coltivazione di marijuana sulle alture di Bogliasco, in frazione Sessarego. Sul tipico terrazzamento ligure, in passato adibito alla coltura degli ulivi e poi abbandonato, ignoti hanno piantato, tra una vegetazione di rovi e sterpi, due filari di «canapa sativa» perfettamente curati e irrigati.
Un complesso sistema di canalizzazione di acqua proveniente da un fiumiciattolo a valle dei terreni consentiva infatti una costante presenza di acqua. I 20 arbusti avevano raggiunto già l’altezza di circa un metro e mezzo mentre altra sostanza era posizionata su di un essiccatoio pronta per essere consumata.
In un vicino capanno disabitato sono stati rinvenuti anche gli attrezzi agricoli necessari per la coltivazione del terreno nonchè il kit completo per fumare il prodotto essiccato.
Inoltre, la spianata a fronte del rustico era perfettamente attrezzata con un tavolo, sedie e l’occorrente per il barbecue.
Il proprietario dei terreni è risultato estraneo ai fatti.
A questo punto gli inquirenti stanno cercando di risalire ai responsabili della coltivazione proibita, anche perché appare chiaro che il terreno veniva utilizzato contando sull’assenza del proprietario. Probabilmente anche assenze molto lunghe che hanno convinto gli ignoti utilizzatori del terreno a ritenere che nessuno andasse a controllare quanto stava avvenendo nel sito.