Com’è buona la carne piemontese

Val bene una gita, da oggi a domenica a Savigliano (Cuneo), la quarta edizione di Madama la Piemonteisa, entemanifestazioni.com, che prende nome dall’omonima bistecca di carré di tenerissima carne di razza Piemontese. La valorizzazione delle carni nobili e dei tagli poveri sono i temi del 2009, presenti le razze Charolais francese, Chianina umbro-toscana e, per la prima volta, anche Angus di origine scozzese. Lezioni sui piatti poveri e tripudio di piatti tipici preparati da allevatori, macellai e chef, provenienti dall'Italia e dall'estero che si alterneranno al concorso di domenica “Le grandi razze da carne”, nonché alle cene tematiche curate da Michele Boretto del Brandè di Savigliano, 0172.31116, e da Marco Roberto del Ristorante d'Andrea di Barge, 0175. 345735.
Il buon risultato di un piatto di carne parte dal controllo degli allevamenti, della foraggiatura e delle tecniche di stalla, e passa per il banco del macellaio. Per questo la fiera esalta la filiera corta come strumento di sviluppo economico di un territorio e modo per conservare l'integrità di un prodotto, e l’approccio ecologico all’allevamento, ovvero la riduzione al minimo gli scarti produttivi. In quest’ottica quest'anno sono presenti i piccoli produttori caseari, che hanno imparato a lavorare il latte di tutte le razze in mostra, da cui ottengono formaggi freschi, stagionati e yogurt. Laboratori didattici per bambini, villaggio dell'artigianato, concerto di rudun (campanacci delle vacche) e altre manifestazioni possono essere la scusa per fermarsi a Savigliano più giorni, soggiornando nel vicino Bed & Breakfast a 4 stelle Il Segreto di Milia, ilsegretodimilia.it, 0172.717574, dove svegliarsi con il profumo di confetture e biscotti fatti in casa.