Com'è triste Venezia per una serenata che vale un addio

Che romantica visione, quella di un uomo che fa la serenata alla sua donna, sotto la luna. E a Venezia, per giunta, con i suoi palpitanti marmi e le sue labirintiche calli. Ma le apparenze spesso ingannano, come i matrimoni, lunghi magari 27 anni e giunti al punto di non ritorno. La donna piange. E chi canta, con altrettanta tristezza, è il Crooner del titolo, anch'egli sul viale del tramonto. E il ragazzo che accompagna l'uomo è il commosso notaio dell'atto finale di un amore. È uno dei Notturni di Ishiguro, estrapolato e illustrato da Bianca Bagnarelli.

Daniele Abbiati