Comandano Hamsik e Lavezzi e ora Ranieri non ha più scuse

La squadra di Reja ribalta il gol di Amauri e va momentaneamente in testa al campionato. Il tecnico bianconero sempre più confuso: cambia Del Piero con De Ceglie e confeziona il tracollo

NAPOLI
6 IEZZO. Al primo volo toglie un gol alla Juve. Altro non può.
6 SANTACROCE. Sulla fascia s’è fatto inizialmente rosolare come un pollo. Gioca con alterno senso del rischio.
5,5 CANNAVARO. Si arrocca in area e resta lesso un paio di volte. Una decisiva. (dal 18’ st ARONICA 6).
6 CONTINI. Dalla sua zona quanti spifferi. C’eran spazi per lasciar divertire la Juve. Meglio al centro.
7 MAGGIO. Spigliato e autoritario, ha trovato carni deboli o preso stecche da Nedved. Da rivedere la mira.
6,5 GARGANO. Maestro di cucito e rammendo.

6 BLASI. Fa la spalla di Gargano con qualche interpretazione originale. Però manca un po’ di personalità.
7 HAMSIK. Spesso solitario in area, con gran scelta di tempo. Un po’ di bocca amara nelle prime conclusioni, poi si riscatta.
5 VITALE. Forse timido, si lascia sopraffare. (dal 1’ st MANNINI 5 Davanti a Nedved diventa di sale e la Juve ne approfitta).
7,5 LAVEZZI. Sembra uno scoiattolo, ma esce poche volte dalla tana. Quando ci prova manda la Juve in tilt e Hamsik in gol.
5 ZALAYETA. Duole il dente avvelenato. Ma non fa nulla per far svanire il male. (dal 23’ st DENIS 6).
ALL. REJA 6,5. Squadra mai morta. Forse un po’ allegra in difesa. Ma sfrutta velocità e qualità.
JUVENTUS
5,5 MANNINGER. Presa di burro e da brividi. Poi finisce in croce.
4,5 GRYGERA. S’è perso Hamsik un po’ troppo spesso e se ne sono visti gli effetti. Confusionario in attacco.
5 KNEZEVIC. Pasticcia con stile, commette fallo con garbo, non molla mai la presa. Ma ci resta secco.
5,5 CHIELLINI. Ha giocato per quattro, non sapendo di quale compagno difensivo fidarsi. Poi ha mollato.
4,5 MOLINARO. Solita solfa calcistica: sembra uno di quelli messi in squadra per far numero. E Lavezzi lo fa secco. (dal 38’ st GIOVINCO sv).
6 SALIHAMIDZIC. Svolazzante sulla destra con discreta lena e qualche frutto.
6 POULSEN. Ha giocato stopper galleggiante tra difesa e centrocampo: la cosa che gli riesce meglio. Baluardo, ma nulla più. (dal 29’ st EKDAL sv).
6 MARCHISIO. È un gregario, non un leader del centrocampo. Gestice il suo, non il gioco della squadra.
6 NEDVED. Talvolta arrembante, talvolta inquietante.
5,5 DEL PIERO. Prova a scardinare la difesa usando le armi sue. Impallato in mezzo all’area, ma s’adegua quando serve correre e far legna. (dal 25’ st DE CEGLIE 5,5. Confuso).
6,5 AMAURI. Per un tempo tipico vorrei, ma non riesco. Il gol è d’autore. Non ha esultato: forse prevedeva il rovescio.
ALL. RANIERI 5. Nella ripresa la squadra va a picco. Non azzecca i cambi.
Arbitro SACCANI 6. Tante ammonizioni. Giusto.