Il comandante multa la vigilessa e colleghi fanno la colletta per pagare

Trento - Il comandante della polizia municipale multa per divieto di sosta una vigilessa appena assunta e i colleghi organizzano una colletta per pagare la multa. Il singolare episodio è avvenuto a Pergine Valsugana. L'altro giorno la giovane vigilessa, assunta da pochi giorni a tempo determinato, nel prendere sevizio e non trovando posto nel parcheggio del comando appena ristrutturato, ha lasciato la sua Panda in una stradina vicina, accanto ad un cantiere. In un luogo però dove da poco era stato istituito un divieto di sosta. Nelle ore successive il comandante, nel vedere un camion che stava faticando nel fare manovra ha deciso di intervenire scrivendo personalmente il verbale di contravvenzione.

Finito il lavoro e trovata la multa sotto il parabrezza, la giovane agente ne ha parlato con i colleghi che hanno deciso subito di raccogliere il denaro per pagare la contravvenzione. "E' una bella dimostrazione di spirito di corpo" commenta il comandante Savio Gonzo, il quale ammette di aver provato un po' di imbarazzo e dispiacere nel sapere che l'auto multata era quella della giovane agente. "Non potevo però farci nulla", ha aggiunto.