La comicità di Olcese e Margiotta parla la «lingua degli ignorant»

Oggi lo show innovativo che coniuga più generi

Andrea Indini

Molto spesso il confine tra vita reale e vita sceneggiata è troppo sottile, quasi impercettibile. A seconda, poi, del punto di vista, ecco cambiare diametralmente il significato di ogni singolo gesto e a parola. E l'occhio del pubblico assume, a questo punto, un'importanza - quasi - capitale. Massimo Olcese e Adolfo Margiotta, che questa sera si esibiranno alle tribune dell'Idroscalo (ore 21.30), sanno bene che ognuno di noi può essere, allo stesso tempo, protagonista e pubblico senza nemmeno cambiarsi d'abito.
Guardando e riguardando la realtà - cercando di esplorarla in ogni suo più intimo dettaglio - il duo darà vita ai propri personaggi seguendo un canovaccio del tutto particolare. Tutto partirà dalla «lingua degli ignorant», da personaggi come Rino e Pino o come Chiquito y Paquito, da quello strano miscuglio di telenovelas all’americana e sceneggiate all'italiana, per arrivare a creare uno spettacolo innovativo, carico di una straordinaria vis comica e di una profonda tensione all'introspezione umana. D'altra parte è tutto tipico sia del genovese Olcese sia del napoletano Margiotta: entrambi detestano le mode e i filoni che sembrano aver miglior mercato, entrambi si rifiutano di prendersi beffa dell'umano e non scadono mai in grossolane imitazioni. Lavorano, al contrario, tirando il mondo dentro la loro realtà comica dove si parla persino un'altra lingua - purché senza un apparente significato. Esperti improvvisatori, alterneranno per tutta la serata canzoni, monologhi e duetti comici, stralunati e spiazzanti.
Nati nello stesso anno (1957), ma in paesi lontanissimi, i due comici iniziano a lavorare insieme nel 1989, quando dopo esser saliti sul palcoscenico di Zelig vengono scritturati da Paolo Rossi per due spettacoli teatrali. Da qui in poi il successo: dallo spettacolo Vietato ai minori (1990) a personaggi ormai famosissimi come Chiquito e Paquito, fino al fianco di Serena Dandini in programmi come Tunnel e Producer.